Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Casa Sacro Cuore, 12 luglio 2017

banner capitolo2

Carissime Sorelle,

sono già passati dieci intensi giorni di lavoro e sentiamo l’azione dello Spirito che ha agito mosso anche dalle vostre preghiere.
Abbiamo avuto come celebrante per la S. Messa ancora una volta Don Leonardo Scandellari che ha sottolineato, nel Vangelo, che Gesù invita i suoi a guardare avanti, ma anche indietro, a chi cammina con difficoltà e dei quali gli altri non se ne accorgono, specialmente a coloro che sono rimasti in fondo alla strada, a chi è troppo convinto di essere a posto, a chi è peccatore.

Nel nostro cammino la relazione è sempre necessaria. A volte c’è chi sta male, o è rimasto indietro anche in comunità.

Dobbiamo prenderci cura del prossimo!   
In sala assembleare abbiamo subito dato spazio alla lettura del verbale che è stato approvato dopo le apposite correzioni.
È seguita la relazione del Dott. Luca Moscatelli, Teologo Biblista, in servizio nella Curia di Milano per l’ambito catechistico. Era accompagnato da Antonella Marinoni del PIME. Ha parlato sul tema:

“LA MISSIONE NELLA CHIESA OGGI COME CONSACRATI SECONDO LE LINEE DELL’ESORTAZIONE APOSTOLICA EVANGELII GAUDIUM”

Ha presentato una panoramica storico-filosofico-scientifica fin dall‘inizio del cammino della Chiesa per passare poi alla realtà sociale di oggi e al modo nuovo di evangelizzare. Ha sottolineato che è importante agire con responsabilità e imparare a essere umili, piccoli, perché non siamo giganti. Ha poi soggiunto che il cristiano è sempre inquieto e sollecitato dal rapporto con le persone.

In Evangelii Gaudium, al capitolo 4, sono elencati i criteri che la Chiesa deve tener presente:

la Chiesa è dentro il mondo, è a servizio e non deve dimenticare l’inclusione dei poveri, il bene comune, la pace sociale e la fraternità.

Moscatelli ha presentato e commentato, confrontandole anche con i nostri giorni, tre icone bibliche tratte dagli Atti degli apostoli.Ci ha lasciato un augurio: voi siete Suore Salesie che date il vostro contributo e mantenete quel di più rispetto agli altri. Voi siete un luogo unico che solo voi potete essere e fare.

È il tempo della semina, altri vedranno i frutti.
Questi sono solo alcuni spunti della relazione e ci dispiace togliere tanta altra ricchezza  dei contenuti che sono stati esposti e che non possiamo esprimere completamente in questa informazione.  
Il dibattito è stato interessante; il dott. Moscatelli ha risposto ampiamente ad alcune domande rivolte dalle capitolari.

Abbiamo applaudito vivacemente ringraziando di cuore.

Nel pomeriggio abbiamo ripreso il lavori di gruppo con la condivisione sui seguenti punti dello Strumento di lavoro:
−    n° 7, 7.1 e 7.2 Comunione e amministrazione dei beni, 2.1 progetto d’istituto e uso dei beni
−    riferimento alla Relazione della Madre sugli stessi temi: 3.2 e 3.2.1
−    riferimenti al Direttorio dal numero 144-158.
Sono sempre momenti importanti di dialogo, di condivisione in una atmosfera serena e costruttiva.
Vi salutiamo di cuore fraternamente, ringraziandovi anche dei messaggi che arrivano sempre numerosi e gradevoli.

  • slide

  • slide

  • slide

  • slide

  • slide

banner SFDS