Maria, modello di Comunione

20190421 190712

Maria è la Madre del bell’Amore, la più amabile, la più amante e la più amata. Il suo cuore rimane perpetuamente infiammato dell’amore ricevuto dal Figlio. (S. Francesco di Sales) Dopo il suo sì all’angelo, si mette subito al servizio del suo prossimo presso la cugina Elisabetta e ciò la fa esultare: “Magnificat anima mea Dominum…”. Questo sì alla chiamata di Dio e al servizio del prossimo, resta la fonte della gioia cristiana, anche se la dolcezza e la libertà che ne scaturiscono, portano con sé il sapore del sacrificio. Da lei possiamo apprendere l’ininterrotta sequela Christi e l’atteggiamento di ascolto e di accoglienza della sua Parola nel vissuto quotidiano. Le affidiamo la nostra sequela, l’impegno di crescere nella comunione con Dio e di tessere relazioni significative potenziando atteggiamenti di dialogo, di solidarietà e di condivisione. Sull’esempio del Fondatore don Domenico Leonati che mette la sua sorte eterna nelle mani della santissima Trinità, onoriamo Maria con la recita del rosario e guardiamo a Lei che risplende nella piena comunione con le persone della Trinità: Figlia prediletta del Padre, Madre del Figlio, Tempio dello Spirito santo.

Momenti di fraternità e di festa

Il 16 e 17 marzo si è tenuto in Casa Madre un “incontro di zona” per tutte le sorelle Salesie del nord Italia. L’incontro formativo-informativo è stato poi ripetuto per le Salesie del Lazio. L’intervento di sr Bruna Zaltron delle Suore Orsoline del Sacro Cuore di Maria e di Madre Paola, aveva lo scopo di fornirci dei criteri per una lettura della situazione attuale del nostro Istituto all’interno della Chiesa e del mondo di oggi. La proiezione di slide su alcune statistiche dell’Istituto ne ha reso più efficace la comprensione. L’incontro, per altro molto efficace, si è concluso con la celebrazione dell’eucaristia presieduta da monsignor Alberto Albertin, delegato vescovile per la Vita consacrata. Durante la celebrazione, che ha visto la partecipazione di molte sorelle salesie, sr Romina Michelotto ha rinnovato i voti. È stato un gioioso momento di fraternita e di festa per tutte.

Vai alla galleria immagini dell'Incontro Salesie del nord Italia

Vai alla galleria delle immagini di Sr Romina

Storia e Territorio

Corso Vittorio Emanuele nella Grande Guerra

Quando si racconta di Corso Vittorio Emanuele II durante la Grande Guerra, ci si sofferma su Palazzo Papadopoli-Dolfin, oggi Teresianum, che ospitò il Comando Supremo Italiano dal 27 ottobre 1917 fino al 18 gennaio 1918, quando si trasferì a Tramonte e successivamente ad Abano presso l'Albergo Trieste - all'albergo Orologio per la mensa - e Villa Monzino di Monterosso per l'Ufficio Stampa. Si ricorda inoltre che nel palazzo la sera del 7 novembre fu comunicata a Cadorna la destituzione, confermata la mattina dopo dallo stesso re Vittorio Emanuele III. Nel pomeriggio dell'8 giunse a sostituirlo Armando Diaz, al quale la nomina era stata comunicata presso il suo Corpo d'Armata a Meolo. 

Leggi tutto

Un solo grande Si

La città di Panama, dal 22 al 27 gennaio 2019, ha celebrato la XXXIV Giornata mondiale della gioventù e ha donato un’entusiasmante esperienza di Chiesa a giovani provenienti da diverse parti del mondo. Nella notte della veglia, Papa Francesco ha condotto 600 mila giovani a gridare il loro “Sì” a Cristo sull’esempio di Maria. Possa questo grido segnare l’inizio di un nuovo cammino per tutti, sostenuto dalla forza trasformatrice dell’amore. In quell’immenso accampamento di gioventù entusiasta, calorosa e accogliente, c’erano anche alcune salesie provenienti dall’Ecuador e dall’Angola, come rappresentanza dell’intera Congregazione presente spiritualmente con la preghiera. Ci hanno raggiunto con l’entusiasmo attinto sotto l’immenso cielo di Panama facendoci gustare quanto è bello vedere che la nostre storie si intrecciano intorno ad un “Sì” ancorato ad una storia d’amore: la storia della salvezza.

gru

guarda le immagini

 

Celebrazione con i Medici e gli Infermieri

Il giorno 16 febbraio scorso presso la nostra Casa Madre è stata celebrata l’Eucaristia in onore della Beata Liduina Meneguzzi per medici e infermieri. La celebrazione, alla quale hanno partecipato in molti, è stata presieduta da Monsignor Alberto Albertini Delegato Vescovile per la Vita Consacrata. Enrico Lodo, un medico, ex alunno della nostra scuola, ha portato la sua testimonianza.

guarda le immagini

Leggi tutto